Ischia

Dal verde delle colline al mare delle spiagge, alla maestosità del Castello: un Comune ricco di attività commerciali, ma anche di storia e tradizione
Si suddivide in due nuclei principali, Ischia Porto e Ischia Ponte, e in numerose frazioni: Campagnano, Cartaromana, Cretaio, San Domenico, San Michele, Sant’Antuono, San Ciro, Fondobosso, La Quercia, Pilastri, Pontano, Fasolara.
Il  nome deriverebbe dal latino Insula divenuto poi in volgare Iscla.

Storia:   il porto di Ischia un tempo era un lago, detto Pantaniello per la bassa profondità. Fu il re Ferdinando II di Borbone a predisporre la trasformazione del lago in porto nel settembre del 1854.  La Chiesa di Portosalvo, che si erge proprio di fronte agli imbarchi, fu costruita tra il 1854 e il 1856  per volontà dello stesso sovrano proprio per celebrare il porto.
Luoghi di interesse: a poca distanza dal porto, il “Palazzo Reale”, residenza estiva dei Borbone. Percorrendo la vicina Via Roma e Corso Vittoria Colonna, ci si imbatte nella Chiesa di San Pietro, un gioiello del tardo-barocco, eretto nel 1781. Proseguendo nella passeggiata è possibile raggiungere il centro storico di Ischia Ponte ed il Castello Aragonese. Nell’antico borgo, detto anche borgo di Celsa,  sorgono antichi palazzi nobiliari che risalgono al XVI e  al XVII secolo. Da visitare le 3 Chiese: la Cattedrale dedicata a S. Maria della Scala, che risale nella forma attuale al 1751-52, la Chiesa dello Spirito Santo costruita tra il 1636 e il 1676 e  dedicata al Patrono S. Giovan Giuseppe della Croce, e la congrega dell’Immacolata che risale al 1626.
A Cartaromana è situata la Torre Guevara, detta anche  Torre di Michelangelo. Un’antica leggenda narra infatti di un amore platonico tra Michelangelo Buonarroti, che vi avrebbe risieduto, e la Marchesa Vittoria Colonna che viveva sul Castello. Fu eretta alla fine del ‘400 dalla famiglia dei Guevara, duchi di Bovino. Dalla zona è possibile ammirare un panorama mozzafiato sul Castello e sugli scogli.
Da non perdere un’escursione a Campagnano, in particolare sulla collina di Piano Liguori. Da segnalare ancora i Pilastri, antico acquedotto costruito alla fine del ‘500, che oggi segna il confine tra Ischia e Barano.
Spiagge:   Spiaggia del Lido, Spiaggia dei Pescatori, spiaggia di Cartaromana e spiaggia degli Inglesi.
Feste ed eventi: il Santo Patrono si festeggia nel primo fine settimana di settembre. Da segnalare la processione via mare dal Ponte al Porto. Molto attesa è la festa agli scogli di S. Anna il 26 luglio. Altro evento importante è la sfilata in costume nel giorno di S. Alessandro il 26 agosto. Inoltre in Luglio l’Ischia Film Festival e il Premio internazionale di giornalismo. In settembre “Pe’ terre assaje luntane”, giornate di   riflessione sul fenomeno dell’emigrazione.

Coordinate: 40°45′0″N 13°57′0″E
Altitudine: 2 mt s.l.m.
Superficie: 8.05 Km
Abitanti: 18.828
Densità: 2338,88 ab/ km²
Comuni confinanti: Barano d’Ischia, Casamicciola Terme
Codice postale: 80077
Prefisso: 081
Nome abitanti: Ischitani
Patrono: San Giovan Giuseppe della Croce
Giorno festivo: 5 Marzo